Autore Topic: Iscrizione Celica al registro ASI??  (Letto 3788 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

steph90

  • Pirata della Strada
  • **
  • Post: 206
  • Iscritto: Ott 2011
  • Località: Bruino (TO)
    • http://
il: Lun 11 Nov, 2019, 01:07:00
Salve a tutti ragazzi, come molti di voi sono felice possessore di una delle primissime Celica del 2000, quindi compirà 20 anni esattamente a gennaio 2020...ho sentito che nella nuova legge di bilancio hanno inserito la riduzione del bollo del 50% per le auto di interesse storico ( con più di 20 anni ), credo che possa essere un tema interessante da sviluppare in quanto pian piano nei prossimi anni molti di noi avranno mezzi con piu di 20 anni e avere metà bollo e agevolazioni sull'assicurazione.  La mia domanda è secondo voi per avere la certificazione ASI potrebbero fare storie per auto non completamente stock?? ho sentito che è necessario iscriversi a un club autorizzato per fare queste pratiche quindi immagino dipenda da loro, immagino non debbano essere modifiche estetiche principalmente ( ho letto che accettano addirittura auto storiche a gpl) non so qualcuno di voi ha esperienze in merito? io mi sto informando e vi farò sapere se dovesse interessare ad altri utenti del forum.



giuseppe

  • Pirata della Strada
  • **
  • Post: 175
  • Iscritto: Ago 2017
  • Località: Siracusa (provincia)
Risposta #1 il: Lun 11 Nov, 2019, 11:38:27
Vista la durabilità di modello e la discreta diffusione, credo sia opportuno parlarne...
Che siano stock è imprescindibile, piccole modifiche possono essere tollerate, quando a gpl godono già di benefici fiscali maggiori del 50% e non sono sicuro vengano accettati per la storicità.
La mia ts è del 2001 agosto è convertita gpl monofuel a libretto (escamotage per avere la riduzione al 25% della tassa  in Sicilia e risultare ecologica, poi, la uso normalmente a benzina). Sono anche fiduciario del fiat 500 club Italia, club federato asi e che organizza sedute di omologazione per storiche, questo è certamente un vantaggio nel disbrigo pratiche, ma non è l'unico modo, si possono contattare privatamente gli organi competenti di zona e iniziare l'iter da privato.
Forse è il caso che cominci a prendere contatti, anche se ancora prematuramente, intanto, chi è vicino hai 20 anni potrebbe postare notizie rilevanti sull'argomento



black_swan

  • Vecchia Volpe
  • ******
  • Post: 4741
  • Iscritto: Mag 2006
  • Località: Roma
Risposta #2 il: Lun 11 Nov, 2019, 15:40:08
Ciao ragazzi, anche la mia a 03/2020 compirà 20 anni dalla data di prima immatricolazione.

Un amico ha appena completato l'iter per la sua vettura, a giorni deve ritirare il certificato.
Non appena abbiamo modo di vederci, mi mette in contatto con chi di competenza per avviare la pratica relativa al mio veicolo.

Appena ho info ve le giro.

"La cultura di un uomo non si misura da quello che ha studiato ma dall'esperienza che ha avuto" (Enzo Ferrari)


steph90

  • Pirata della Strada
  • **
  • Post: 206
  • Iscritto: Ott 2011
  • Località: Bruino (TO)
    • http://
Risposta #3 il: Lun 11 Nov, 2019, 17:25:41
Vista la durabilità di modello e la discreta diffusione, credo sia opportuno parlarne...
Che siano stock è imprescindibile, piccole modifiche possono essere tollerate, quando a gpl godono già di benefici fiscali maggiori del 50% e non sono sicuro vengano accettati per la storicità.
La mia ts è del 2001 agosto è convertita gpl monofuel a libretto (escamotage per avere la riduzione al 25% della tassa  in Sicilia e risultare ecologica, poi, la uso normalmente a benzina). Sono anche fiduciario del fiat 500 club Italia, club federato asi e che organizza sedute di omologazione per storiche, questo è certamente un vantaggio nel disbrigo pratiche, ma non è l'unico modo, si possono contattare privatamente gli organi competenti di zona e iniziare l'iter da privato.
Forse è il caso che cominci a prendere contatti, anche se ancora prematuramente, intanto, chi è vicino hai 20 anni potrebbe postare notizie rilevanti sull'argomento

Mi sono informato è incredibilmente sono tollerati impianti a gpl ma devono essere "storicizzati" cioe con almeno 10 anni di età



giuseppe

  • Pirata della Strada
  • **
  • Post: 175
  • Iscritto: Ago 2017
  • Località: Siracusa (provincia)
Risposta #4 il: Lun 11 Nov, 2019, 19:33:38
Grazie black_swan, ottima notizia.

steph90, quello che ti hanno detto mi pare molto equivoco, cioè, è un qualcosa che si guasta e puoi sostituire, lo puoi fare anche per passare ad una tecnologia migliore, gli iniettori sono la cosa più facile che venga sostituita nei 10 anni, per collaudo al decimo anno devi sostituire serbatoio, polmone, evaporatore, insomma, come si fa ad avere un impianto gpl di oltre 10 anni, come lo riconoscono?... credo ci sia di più per essere precisi, magari servono ulteriori chiarificazioni in merito...



steph90

  • Pirata della Strada
  • **
  • Post: 206
  • Iscritto: Ott 2011
  • Località: Bruino (TO)
    • http://
Risposta #5 il: Mar 12 Nov, 2019, 22:23:07
Grazie black_swan, ottima notizia.

steph90, quello che ti hanno detto mi pare molto equivoco, cioè, è un qualcosa che si guasta e puoi sostituire, lo puoi fare anche per passare ad una tecnologia migliore, gli iniettori sono la cosa più facile che venga sostituita nei 10 anni, per collaudo al decimo anno devi sostituire serbatoio, polmone, evaporatore, insomma, come si fa ad avere un impianto gpl di oltre 10 anni, come lo riconoscono?... credo ci sia di più per essere precisi, magari servono ulteriori chiarificazioni in merito...

no credo intendo 10 anni dall'omologazione dell'impianto gpl



radu

  • Site Manager
  • Gentleman Driver
  • *****
  • Post: 1218
  • Iscritto: Giu 2008
  • Località: Reggio Emilia
Risposta #6 il: Mar 12 Nov, 2019, 22:54:04
insomma, come si fa ad avere un impianto gpl di oltre 10 anni, come lo riconoscono?...
dal libretto, viene riportata la data di installazione dell'impianto.

L'argomento interessa anche a me, la mia è del 2002



black_swan

  • Vecchia Volpe
  • ******
  • Post: 4741
  • Iscritto: Mag 2006
  • Località: Roma
Risposta #7 il: Ven 15 Nov, 2019, 07:46:01
Come diceva Steph90, esiste un certo margine di tolleranza. D'altronde stiamo richiedendo semplicemente il CRSC per ottenerne i benefici fiscali, mica dobbiamo farle targa oro. Difatti sembrerebbe (il condizionale è d'obbligo!) che paraurti anteriore e fanalini restyle sulla mia (che è una PRE) non costituiscano alcun problema.
Forse posso addirittura evitarmi il prestito di un treno stock (per fare le foto) perchè ho cerchi/gomme in misure alternative già omologati a libretto. Ma su quest'ultima affermazione ho i miei dubbi. :roll:

Stay tuned.

"La cultura di un uomo non si misura da quello che ha studiato ma dall'esperienza che ha avuto" (Enzo Ferrari)


Carlitos

  • Pirata della Strada
  • **
  • Post: 257
  • Iscritto: Lug 2017
Risposta #8 il: Sab 16 Nov, 2019, 08:02:52
mi aggiungo...qualcuno dice e spiega che dipende anche dove e in  quale centro lo vai a fare..settembre anche la mia..sono solo preoccupato di quante cose si debbano smontare :rabbia: :rabbia: anchio sto aspettandi informazioni in merito..qua a torino, vediamo cosa mi dicono e aggiorno..



steph90

  • Pirata della Strada
  • **
  • Post: 206
  • Iscritto: Ott 2011
  • Località: Bruino (TO)
    • http://
Risposta #9 il: Sab 16 Nov, 2019, 19:13:26
mi aggiungo...qualcuno dice e spiega che dipende anche dove e in  quale centro lo vai a fare..settembre anche la mia..sono solo preoccupato di quante cose si debbano smontare :rabbia: :rabbia: anchio sto aspettandi informazioni in merito..qua a torino, vediamo cosa mi dicono e aggiorno..

Io anche sono a Torino tu a chi ti stai rivolgendo?



steph90

  • Pirata della Strada
  • **
  • Post: 206
  • Iscritto: Ott 2011
  • Località: Bruino (TO)
    • http://
Risposta #10 il: Sab 16 Nov, 2019, 19:17:46
Comunque in Italia non esiste un club storico di auto giappo potremmo fondarne uno x'D



steph90

  • Pirata della Strada
  • **
  • Post: 206
  • Iscritto: Ott 2011
  • Località: Bruino (TO)
    • http://
Risposta #11 il: Sab 16 Nov, 2019, 19:21:58
Ho trovato questo articolo sul web che mi sembra togliere molti dubbi in merito:

a questo link tutta la modilistica  http://www.camsc.it/it/attestato-storicita.aspx


Come ottenere il Certificato di Rilevanza Storica (CRS) ?
Presso qualsiasi dei club federati e aderenti alla Federazione ASI è possibile richiedere il modulo per l’iscrizione nel Registro dei veicoli con rilevanza storica o collezionistica, ottenendo il CRS.
La sola età del veicolo in questione e la semplice compilazione del modulo non sono gli unici requisiti necessari per ottenere il Certificato di Rilevanza Storica.

Occorre ulteriormente:

Allegare foto valide che attestino l’esatto aspetto del veicolo
Allegare al modulo compilato ciascuno dei particolari documenti richiesti, come ad esempio il primo anno di immatricolazione
Fornire informazioni sulla composizione meccanica dell’automobile, ovvero se qualcuno dei pezzi che la compongono sia stato o meno sostituito
Difatti, alla luce del complesso processo di ottenimento, è previsto un incontro con una commissione tecnica specializzata in grado di visionare l’autenticità storica del veicolo, decidendo o meno per il riconoscimento.

Ci sono logicamente dei punti vincolanti al riconoscimento storico come:

La somiglianza del telaio e della carrozzeria all’originale forma dell’automobile
La natura effettiva del motore, se originario o compatibile ad esso
La forma degli interni
La forma e la grandezza degli pneumatici se conformi a quelli originari
Dopo aver avuto l’OK dalla commissione, il Certificato Rilevanza Storica verrà rilasciato gratuitamente in tempi variabili che oscillano da 25 ai 45 giorni.
« Ultima modifica: Sab 16 Nov, 2019, 19:30:15 da steph90 »



steph90

  • Pirata della Strada
  • **
  • Post: 206
  • Iscritto: Ott 2011
  • Località: Bruino (TO)
    • http://
Risposta #12 il: Lun 09 Dic, 2019, 23:39:53
Aggiornamento sulla questione CRS per la Celica, ieri ho incontrato il presidente del ASVA club di Torino, ha guardato l'auto e tutto e sistemando carrozzeria e due cagate sugli interni avrei l' OK per procedere.

Le news sono queste:

-per chi avesse impianti GPL nessun problema per il CRS ( certificato di rilevanza storica ) 
-scarichi se sono omologati sono accettati a patto di avere un foglio di omologazione ( io ora ho il ragazzon )
-per il resto la carrozzeria deve essere in ottime condizioni ( infatti devo far riverniciare l'auto completamente )
-guardano anche il vano motore e interni
- in generale modifiche visive vanno tolte ( barre varie ecc...)
-su assetto e distanziali non mi hanno fatto questioni ( non sono visibili da foto )

per ora e tutto



giuseppe

  • Pirata della Strada
  • **
  • Post: 175
  • Iscritto: Ago 2017
  • Località: Siracusa (provincia)
Risposta #13 il: Mar 10 Dic, 2019, 19:23:39
Bene, ottime notizie per me e il mio impianto gpl, seguo, anche perchè la mia è 2001 e quindi ci arriverete prima di me a fare il crs, quindi mi trovo a seguire le vostre informazioni che saranno utili a me e che verrà dopo  :jap:



Sharkdev

  • Vecchia Volpe
  • ******
  • Post: 1870
  • Iscritto: Ott 2005
  • Località: Regensburg
Risposta #14 il: Mer 11 Dic, 2019, 16:03:14
Perdonate l'ignoranza, quale sarebbe il vantaggio di tutto ciò?

CELICA ZZT230 TURBO


 

SimplePortal 2.3.7 © 2008-2021, SimplePortal